Psicologia e Cinema: Un giorno di ordinaria follia (seconda parte)

Campagna #noirestiamoattivionline Psicologia e Cinema: Un giorno di ordinaria follia (seconda parte)  Bill è un uomo vittima dei suoi errori e della propria fragilità, ma soprattutto di una società sempre più rigida e disumanizzata, la sua esasperazione, alimentata anche dalle situazioni che si ritrova a vivere e ad affrontare, lo spinge a tirar fuori i […]

Psicologia e Cinema: Un giorno di ordinaria follia (prima parte)

Campagna #noirestiamoattivionline Psicologia e Cinema: Un giorno di ordinaria follia (prima parte) Un Giorno di Ordinaria Follia (1993), originariamente intitolato “Falling Down”, diretto da Joel Schumacher , con Michael Douglas, Robert Duvall e Barbara Hershey è un film che mette in scena la discesa personale verso la completa perdita della ragione di un uomo apparentemente […]

Psicologia e cinema: Il talento di Mr. Ripley: la disintegrazione del falso sé (ultima parte)

Campagna #noirestiamoattivionline Il talento di Mr. Ripley: la disintegrazione del falso sé (seconda parte) Le minacce all’Io interferiscono con l’autoregolazione di un Io debole e una fragilissima autostima, provocando reazioni violente e aggressive. L’invidia maligna, seguita da dolore e sentimenti di inferiorità, coinvolge il desiderio di eliminare o distruggere ciò che non si è in […]

Psicologia e cinema: Il talento di Mr. Ripley: la disintegrazione del falso sé (prima parte)

Campagna #noirestiamoattivionline Il talento di Mr. Ripley: la disintegrazione del falso sé (prima parte) New York, 1958. Tom Ripley è un giovane all’apparenza timido e insicuro, un gentleman educato e rispettoso. Sembra vivere una vita fatta di sorprendenti “coincidenze”. Durante uno dei suoi lavoretti, grazie al suo talento che rivela sin da subito: “fare firme […]

Psicologia e cinema: Il lato positivo (ultima parte)

Campagna #noirestiamoattivionline Psicologia a Cinema: Il lato positivo (ultima parte) La madre, risolutrice di conflitti con un atteggiamento tendenzialmente passivo, può essere considerata come la figura debole della casa, che mente per non creare dei litigi e cerca di mantenere sempre un sorriso forzato. Appare come una vittima, non troppo consapevole di ciò che le […]

Psicologia e cinema: Il lato positivo (seconda parte)

Campagna #noirestiamoattivionline Psicologia a Cinema: Il lato positivo (seconda parte) I due instaurano un rapporto basato su complicità e rispetto reciproco, aiutandosi a vicenda: Pat aiuta Tiffany a preparare una gara di ballo, e lei lo aiuta a riconquistare la ex moglie, facendo da tramite tra i due con uno scambio epistolare. In realtà, Pat […]

Psicologia e cinema: Il lato positivo (prima parte)

Campagna #noirestiamoattivionline Psicologia a Cinema: Il lato positivo (prima parte) Una breve selezione di film e serie che si occupano di relazioni disfunzionali e violente. Il lato positivo è un film del 2012, diretto da David O. Russell, tratto dal best-seller “Silver Linings Playbook” (l’orlo argenteo delle nuvole) di Matthew Quick; ben accolto sia dalla […]

Una mentalità abusante. La lettura Bancfroftiana (ultima parte).

Una mentalità abusante. La lettura Bancfroftiana (ultima parte). Durante i primi mesi del programma di recupero, il controllo e la violenza fisica che il soggetto usava verso il partner possono diminuire e ciò può essere interpretato come una conferma del fatto che la dipendenza aveva causato effettivamente l’abuso. Nel primo periodo infatti l’attenzione e il tempo dell’abusante […]

Una mentalità abusante. La lettura Bancfroftiana (nona parte).

Campagna #noirestiamoattivionline Una mentalità abusante. La lettura Bancfroftiana (nona parte) Il comportamento di un’abusante donna lesbica e un abusante uomo è quello di usare l’omosessualità del partner contro di lei/lui. Quando è arrabbiata/o potrebbe minacciare di dire ai suoi genitori della loro relazione o di fare outing per lei/lui chiamando il suo posto di lavoro. L’abusante dello […]

Una mentalità abusante. La lettura Bancfroftiana (ottava parte).

Campagna #noirestiamoattivionline Una mentalità abusante. La lettura Bancfroftiana (ottava parte). La separazione dovrà essere abbastanza lunga da motivarlo a cambiare, ciò che potrebbe scuoterlo è la consapevolezza che la sua partner potrebbe vivere davvero senza di lui. Una separazione troppo corta, invece, potrebbe essere considerata da lui come prova che la partner non può stare sola, e quindi non […]

Questo sito utilizza cookies per offrirti una migliore esperienza. Continuando a navigare nel sito assumeremo che tu abbia accettato la privacy policy.